Lunedì, 03 Settembre 2012 14:34

Ordini separati

Rate this item
(0 votes)

 

FONTE : NOTIZIARIO DELL’ORDINE DEI MEDICI CHIRURGHI E DEGLI ODONTOIATRI DELLA PROVINCIA DI VENEZIA - N.2 DEL 13 GIUGNO 2011

 

In un momento di capovolgimenti politici internazionali, di crisi mondiale, di eventi naturali  devastanti e di un sempre più degradante scenario politico e civile, vi è stato il licenziamento, da parte del Governo, dell’ultimo DDL, contenente la riforma degli Ordini delle professioni  sanitarie, che  ha ampliato il dibattito già in atto sulla creazione di un Ordine autonomo degli odontoiatri. 

Tra le numerose misure previste per quanto concerne il settore odontoiatrico si è stabilito che gli Ordini debbano essere enti pubblici, non economici, volti alla tutela dei cittadini, secondo una  visione “politica” che avverte la necessità di identificare l’Ordine con la professione che rappresenta. 

Al di là delle singole posizioni, il denominatore comune per coloro che sono favorevoli si basa sulla presunta necessità per gli odontoiatri di una maggiore autonomia e rappresentatività ai 

più alti livelli istituzionali, in particolare di tipo gestionale. 

Ad un occhio inesperto, infatti, gli interessi dei medici appaiono assai distanti da quelli degli odontoiatri, non fosse altro perché i primi dipendono dal SSN ed i secondi (per ora) sono per la maggior parte liberi professionisti. 

La mia esperienza mi dice che l’autonomia all’interno degli Ordini vi sia già e che solo la rappresentanza legale sia a preclusione del presidente Omceo, di solito un medico (ma non 

obbligatoriamente). 

Quindi, non vorrei che tutto questo discutere nascondesse l’atavica ed italica avidità di potere, per poter entrare nei ministeri o negli organi previdenziali, una ricerca per il prestigio delle 

cariche e non per il bene del paziente e della professione. 

E come spesso accade nei “divorzi” emergono una serie di problematiche banali, ma spesso difficilmente  risolvibili, sulle quali poi decidono terzi scontentando entrambe le parti: a chi la 

sede? Sarebbe possibile una convivenza forzata? Come dividere le spese? Il problema, poi, della previdenza e dei doppi iscritti come risolverlo? 

Appare ovvio, infatti, non sia possibile avere in un unico Ordine due presidenti, due segretari e due tesorieri. Pensiamo ad esempio a Venezia dove su circa 3740 iscritti, vi sono 744 odontoiatri, ai quali vanno sottratti i doppi iscritti circa 434: facciamo i conti e ditemi quale sarebbe, ad esempio, la quota d’iscrizione per 310 odontoiatri all’Ordine autonomo quando oggi è di circa 140€ per 3470? 

Certo, come dice il presidente Brucoli, non è una mera questione di potere, ma si tratta di fornire una identità precisa agli odontoiatri, attraverso un codice deontologico più consono alla loro figura e professione. Mi chiedo allora se veramente gli odontoiatri siano da alcuni considerati medici di serie B, poiché difficilmente posso immaginare due diverse etiche e codici deontologici per professioni che hanno come fine ultimo la cura delle persone. 

E poi, a quale codice dovrebbe rifarsi un doppio iscritto? 

Certo le due professioni si differenziano in alcuni aspetti (pubblicità, tariffe, dipendenza e libera professione), ma questo potrebbe dirsi anche per altre specialità mediche. 

Forse si è ancora perso di vista il fine ultimo di un codice deontologico che dovrebbe essere scritto a tutela dei pazienti. 

Ma tornando al paragone di una causa divorzile mi chiedo: pagheranno anche stavolta i “figli”? 

Cioè noi odontoiatri siamo stati interpellati? AIO ha fatto un sondaggio nel quale la maggioranza degli intervistati chiedevano una maggiore autonomia, ma non la separazione. 

ANDI ha recentemente pubblicato i risultati di un medesimo sondaggio dal quale appare una situazione simile, seppur con dei distinguo. 

Per capire come andrà a finire io auspico ci si confronti con la “base”, perché gridare autonomia non basta ed i primi ad non avere le idee chiare sono gli odontoiatri stessi. 

Ah dimenticavo: dopo l’approvazione del disegno di legge da parte del Parlamento, il Governo 

si è dato un anno di tempo per individuare le modalità attuative per realizzare l’autonomia!!! 

 

Giuliano Nicolin

Read 3851 times Last modified on Venerdì, 07 Dicembre 2012 22:14
Login to post comments

Newsletter

Iscrivendoti alla newsletter potrai rimanere informato sulle mie attività.


Terms and Condition

Joomla : Dott. Giuliano Nicol

Video preferiti

 

News recenti

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Prev Next

Conto su di te: l'Ordine è efficiente, m…

13-05-2015

  Un Ordine che piace e che funziona, in cui le informazioni corrono veloci e tempestive, in cui ci si esprime conlibertà. Un Ordine, però, che deve anche raddrizzare la rotta, soprattutto...

Read more

Malattie croniche multiple per i soggett…

16-06-2014

  I soggetti obesi hanno un aumentato rischio di malattie croniche multiple, tra cui la parodontite (Suvan et al., 2011). Quest’ultima è una malattia infiammatoria cronica delle gengive che porta alla...

Read more

Otturazioni in mercurio? Ci avvelenano, …

11-06-2014

  Novantadue Paesi, tra i quali l’Italia, auspicano “controlli e riduzioni su tutta una gamma di prodotti, processi e industrie in cui viene utilizzato, rilasciato o emesso mercurio”. Inclusa anche l’amalgama,...

Read more

CARIE NELLA PRIMA INFANZIA

05-05-2014

La dentatura sana e il sorriso smagliante di vostro figlio dipendono da voi!

Read more

La professione on line- Medici Italia

05-04-2013

Sono stato invitato ad iscrivermi a medicitalia.it, un sito che promuove la professionalita' di noi medici e la mette a disposizione del mondo on line. E' uno stare al passo...

Read more

Lavorare per passione-I medici tra gli s…

05-04-2013

  CHIOGGIA Ha riscosso una grande partecipazione l' incontro dal titolo E se domani prove di futuro per medicina e odontoiatria svoltosi sabato al liceo Veronese. Obiettivo dell incontro era orientare verso la professione...

Read more

UN MODELLO DI MULTIDISCIPLINARIETA’ DA O…

03-09-2012

  FONTE : EURO & CO. - 2011 Incontro con il Dott. Giuliano Nicolin e Dott. Enrico Simonetti   Piu’ che uno studio, una clinica odontoiatrica, con 11 poltrone, un moderno laboratorio odontotecnico e persino...

Read more

La crisi congiunturale e gli odontoiatri

03-09-2012

  FONTE : NOTIZIARIO DELL’ORDINE DEI MEDICI CHIRURGHI E DEGLI ODONTOIATRI DELLA PROVINCIA DI VENEZIA - N.3 DEL 15 SETTEMBRE 2011   L’indagine promossa dalla CAO veneziana sulla professione odontoiatrica vuole verificare se l’effetto della...

Read more

Repetita juvant sed secant

03-09-2012

FONTE : NOTIZIARIO DELL’ORDINE DEI MEDICI CHIRURGHI E DEGLI ODONTOIATRI DELLA PROVINCIA DI VENEZIA - N.4 DEL 5 DICEMBRE 2011   Si sono appena concluse le elezioni che per l’ennesima volta hanno visto...

Read more

A Venezia una nuova realtà nel settore o…

03-09-2012

FONTE : MEDICI …E BASTA N.5 DEL 31 GENNAIO 2005 A VENEZIA UNA NUOVA REALTA’ PER I PROFESSIONISTI DEL SETTORE ODONTOIATRICO Nasce anche a Venezia il Cenacolo Odontostomatologico Italiano sezione delle Tre venezie ad...

Read more